Tours, capitale della Turenna

Share

 Tours, Hotel de VilleTours è una città della Francia centro-occidentale, precisamente localizzata nel dipartimento dell’Indre- Loire. È la capitale della storica regione della Turenna, di cui non solo è la città più popolosa, ed è conosciuta per due ragioni specifiche: fa parte del gruppo delle città d’arte e storia e, dal 2000, fa parte del patrimonio mondiale dell’Unesco.

Oggi, Tour è una città dinamica e molto legata ai comparti industriale e commerciali di Francia. È anche un grande Centro Universitario, che richiama molti giovani dalle province, ed i suoi abitanti vengono chiamati Tourangeaux.

Un patrimonio unico

È in particolar modo conosciuta per il suo notevole patrimonio architettonico dell’antico centro pedonale, e, per la sua straordinaria bellezza paesaggistica, presenta l’appellativo di Le Jardin de France. Fu fondata dalla tribù gallica dei Turoni, da cui deriva il nome del dipartimento e della città stessa.

Già nel Medioevo era un centro di grande attrazione per visitatori e commercianti, che vendevano ricchi e pregiatissimi prodotti, la seta in particolare, introdotta durante il regno di Luigi XI. Nel 1400, poi, diventò capitale dello stato francese e la corte si spostò al castello Montils, nei sobborghi dell’attuale centro.

Il centro città

Tours è apprezzata per i suoi particolari edifici, costruiti in ardesia bianca, e per la sua rispettabile posizione territoriale, che le permette un clima mite e soleggiato per gran parte dell’anno.

I turisti sono affascinati dai negozi eleganti, e l’antica tradizione che la lega al mercato dell’antiquariato. Questo stretto legame si può vedere passeggiando per tre strade in particolare: Rue des Halles, Rue Nationale e Rue Colbert, luoghi prediletti per lo shopping di alta classe.

I famosi quartieri del centro storico sono Pont Napoléon e Pont Wilson, abbelliti da antichi palazzi costruiti a graticcio, che regalano un panorama unico. Nelle vicinanze di Pont Wilson, in un bel palazzo rinascimentale, è possibile visitare il Museo Archeologico, e sempre lì vicino, si può entrare nel Musée du Compagnonnage, in cui si ripercorre la storia del commercio che ha caratterizzato la città e delle corporazioni che vi hanno operato.

Andando in direzione est, si può arrivare a vedere il castello di Tours, che è in realtà un noto complesso di edifici che comprende: la residenza dei conti d’Angiò, la torre du Guise e gli appartamenti del Governatore, costruiti intorno al 1400.

Altri luoghi da visitare

Tours, place PlumereauLa cattedrale di Saint Gatien e l’antico chiostro la Psalette, edificati nel XIV secolo, meritano senz’altro una visita. Dalle lavorate vetrate, fino alla scala a chiocciola, ogni particolare rappresenta un grande esempio delle strutture gotico-rinascimentali. Forse uno dei meglio conservati a noi giunti. Ancora oggi, infatti, nel chiostro, viene conservata la grande Biblioteca ed una Sala degli Archivi, con materiale risalente anche a prima del 1400.

Oltre a questo, la città di Tours ospita il Museo delle Belle Arti, un luogo molto particolare e piacevole. Al suo interno è esposta una delle collezioni artistiche più grandi e illustri di Francia: opere di Rubens, Rembrandt e Andrea Mantegna.

La visita della città dovrebbe concludersi con un tour nell’area circostante, in cui si trovano molti altri elementi di grande interesse: il castello di Chambord, quello di Amboise e quello di Chenonceau, il più bello e, a quanto dicono le statistiche, il più fotografato. Minore, ma non per questo meno importante, il castello di Fougères-sur-Bièvre.

Ludovica Vacri

Appassionata di SEO e Medical Writing, collaboro come Editor e Copy J. Sono un appassionata di viaggi e cucine tipiche. Collezioni oggetti vintage e mi piacerebbe trasferirmi ad Amsterdam

Latest posts by Ludovica Vacri (see all)

Share

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>