Saint-Nazaire, il porto sull’Atlantico

Share

Porto di Saint Nazaire di notte

Mentre la città di Nantes cresceva e si ingrandiva, il suo porto iniziò ad accogliere sempre più navi mercantili, diventando uno dei punti di approdo delle grandi rotte commerciali.

Quando però le difficoltà d’ingresso iniziarono ad aumentare, molti dei trasporti vennero dirottati su un’incantevole cittadina sulle rive dell’Atlantico poco distante: Saint-Nazaire. All’epoca (XIX secolo), l’odierna città di Saint- Nazaire non era altro che un porto di pescatori dalle ristrette dimensioni, ignota persino sulle rotte marittime minori.

Negli anni a seguire non sostituì mai il porto originario della città di Nantes, che rimase quello principale, ma riuscì ad inserirsi su numerose tratte commerciali nazionali ed in seguito anche internazionali. Il porto primario venne completamente distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale e quello che si può ammirare oggi fu ricostruito successivamente con dettami moderni e, soprattutto, imponenti.

La Bretagna del sud

Come Nantes, Saint-Nazaire si trova nel dipartimento della Loire-Atlantique, più precisamente nella Bretagna del sud. Luoghi profondamente legati all’Oceano su cui si affacciano. La città, infatti, seduce in particolar modo quando si arriva via mare.

La curva del ponte principale del porto, detto “a sartie”, fa distinguere la città grazie ai suoi sgargianti colori rosso e bianco. Calorosa e futuristica, questo moderno centro urbano è rimasto però profondamente legato alla materia prima per cui è ancora molto conosciuto: la pesca ed una famosa gastronomia ad essa legata.

Il IV porto di Francia

Il centro urbano di Saint-Nazaire è la vera porta d’ingresso nella zona della Bretagna ed oggi è il IV porto francese per importanza, ospitando annualmente più di 3000 navi, che si adoperano in diversi tipi di commercio, anche se non mancano passaggi di navi da turismo. Uno dei momenti più suggestivi per visitare la città è sicuramente la sera, quando il sito portuale si illumina di luci blu, verdi e rosse, ideate dal designer Yann Kersalé. Suggestive luci su un panorama costiero immerso nei caldi colori della Bretagna.

Porto di Saint NazaireOltre alla pesca, Saint-Nazaire è rinomata per i lavori di carpenteria navale. In questo porto sono stati costruiti leggendari transatlantici come il Normandie e il France, che per anni furono le uniche navi capaci di attraversare mari e oceani, trasportando turisti e passeggeri da una sponda all’altra dell’Atlantico. Volendo, grazie a delle guide autorizzate, all’interno del Museo Navale, è possibile ripercorrere la storia della creazione di una nave, dal taglio degli scafi fino alle rifiniture esterne e interne. Una guida capace di rendere semplice ogni difficile passaggio meccanico.

Spiagge sabbiose e l’oceano

Sainte-Nazaire non è famosa solo per questo notevole patrimonio navale e commerciale, infatti annovera più di 21 spiagge al suo attivo, che costeggiano l’oceano Atlantico. Perché non trascorrere qualche ora sotto il sole godendosi l’aria salmastra? Bonne, Anse, Eva, Geroime, questi sono solo alcuni dei nomi delle numerose spiagge in cui è possibile passare del tempo in totale relax. Grandi distese di sabbia fine a sud, insenature, grotte sommerse e paesaggi selvaggi percorsi dai venti ad Ovest, insomma ognuna di esse ha un diverso panorama da offrire, non resta che scegliere la spiaggia che più si adatta alle proprie esigenze. Passando per Saint-Nazaire, inoltre si deve assolutamente assaggiare il famoso pesce spada, pietanza che caratterizza numerosi piatti tipici di questa zona.

Ludovica Vacri

Appassionata di SEO e Medical Writing, collaboro come Editor e Copy J. Sono un appassionata di viaggi e cucine tipiche. Collezioni oggetti vintage e mi piacerebbe trasferirmi ad Amsterdam

Latest posts by Ludovica Vacri (see all)

Share

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>