Le personalità più interessanti e carismatiche della Valle della Loira – pt 3

Share

Terzo e ultimo appuntamento con quelle che sono le personalità più interessanti e carismatiche della Valle della Loira

Claudia di Francia (1499 – 1524)

Passeggiando per la LoiraFiglia di re Luigi XII e della regina Anna, Claudia è stata duchessa di Bretagna e moglie di re Francesco I. Con questo matrimonio si assicurò la reggenza della Bretagna, che già la madre aveva difeso strenuamente per tutta la sua esistenza.

Purtroppo rimase sempre nell’ombra del marito, a cui diede ben 7 figli, e la sua lunga vita matrimoniale fu spesso osteggiata dalla suocera Luisa di Savoia, che aveva ottenuto il dominio sugli affari del Regno con diverse manovre politiche. Come sua madre prima di lei, difese strenuamente la terra di Bretagna e come contessa di Blois diresse la costruzione dell’ala Francesco I, ancora oggi aperta e visitabile dal grande pubblico.

 

Anna di Bretagna (1477 – 1514)

Duchessa di Bretagna, nacque a Nantes figlia di Francesco II, sovrano di Bretagna, e Margherita di Foix, originaria della regione della Navarra.

La vita di Anna fu caratterizzata da un gran numero di matrimoni di convenienza, tutti orditi dal padre desideroso di mantenere vive alleanze di potere. In seconde nozze sposò Luigi XII da cui nacque la figlia Claudia di Francia. Anna fu stata una figura emblematica nelle lotte per l’indipendenza della regione della Bretagna, territorio che difese per tutta la vita. Sfortunatamente non riuscì a salvare la Bretagna che dopo la sua morte venne annessa alla Francia. Nonostante l’aggregazione, Claudia, sua figlia, continuò la sua lotta mantenendo se non l’indipendenza nazionale, almeno quella regionale e culturale di questa incantevole regione.

 

Enrico II (1519 – 1559)

Secondogenito della regina Claudia di Francia, sposò l’italiana Caterina de’ Medici nel 1533 di origine fiorentina La sua politica è stata fortemente influenzata dalla sua amante, la bellissima Diana de Poitiers, molto più anziana di lui ed abile stratega politica. Durante il suo regno continuò la lotta del padre contro il re Carlo V di Spagna ed annetté al paese i ducati di Toul, Verdun, il Piemonte, che oggi appartiene all’Italia, ed in seguito anche la Savoia, che all’epoca apparteneva alla Spagna.

Tra il 1557-1558 combatte contro l’Inghilterra, che era alleata della Spagna, riuscendo così a riannettere gli ultimi possedimenti inglesi in terra di Francia, come ad esempio Calais. Sconfisse inoltre le armate spagnole nella rovinosa battaglia di San Quintino. Infine, la pace tra i tre paesi venne ristabilita con i trattati di Cateau-Cambrésis, secondo i quali la Francia doveva rinunciare alle terre italiane.

Durante i festeggiamenti per la pace, compattati anche dal matrimonio della figlia Elisabetta con Filippo II di Spagna, succeduto nel frattempo al padre Carlo V, venne casualmente ferito da delle schegge, cadendo ammalato. Morì 10 giorni dopo essere stato colpito. A lui succedettero uno dopo l’altro due dei suoi figli, a partire da Francesco II.

Leggenda vuole che tutti questi fatti disgraziati furono predetti da Nostradamus.

Luigi XII (1462 – 1515)

Nato nel castello di Blois, fu un re buono e giusto che regnò a lungo sulla Francia, precisamente dal 1498 al 1515, e venne soprannominato durante gli Stati Generali “Padre del Popolo”. Sposa in seconde nozze Anna di Bretagna, vedova di Carlo VIII, e figlia di Francesco II di Bretagna. Elesse Blois a sua corte reale e fece costruire diverse alee del castello, di cui una porta ancora il suo nome. Purtroppo il suo regno fu segnato anche da molte guerre, in particolare quelle d’Italia, che terminarono con una dolorosa sconfitta a Novara nel 1513. Dal punto di vista interno riformò le imposte e la giustizia.

 

Il Duca di Guisa (1549 – 1588)

Quadro omicidio BloisIl vero nome del Duca di Guisa era Enrico I, ed era soprannominato lo Sfregiato. Nacque come principe di Joinville e solo nel 1563 venne nominato Duca, Conte d’Eù e Gran Maestro di Francia.

Fu uno dei beneficiari della Saint-Barthélemy e combatte nelle guerre di religione di Francia. Figura molto popolare e amata, uomo colto e raffinato, divenne Maestro di Parigi dopo aver partecipato attivamente alla Giornata delle Barricate, il 2 maggio 1588.

A causa della sua crescente popolarità venne fatto assassinare su ordine del suo eterno nemico, re Enrico III, a seguito della riunione degli Stati Generali all’interno del castello di Blois.

Per maggiori informazioni sui nostri viaggi nella bellissima Valle della Loira, cliccare QUI.

Ludovica Vacri

Appassionata di SEO e Medical Writing, collaboro come Editor e Copy J. Sono un appassionata di viaggi e cucine tipiche. Collezioni oggetti vintage e mi piacerebbe trasferirmi ad Amsterdam

Latest posts by Ludovica Vacri (see all)

Share

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>