Le città sulla Loira

Share

castello di ChambordLa Valle della Loira, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO dal  2000, non è solo castelli e vigneti, ma è anche fiume, la Loira per l’appunto, che ha lasciato forti impronte nel corso del tempo: sulle sue sponde troviamo storia, cittadine, costumi, cultura.

Questo maestoso fiume nel corso del tempo ha modellato il paesaggio dell’intera valle: ancora oggi possiamo vedere i segni che il fiume ha lasciato, come le antichissime abitazioni scavate nella roccia e gli sfioratori a protezione delle terre circostanti, ma anche gallerie di tufo, utilizzate in passato per la costruzione dei castelli e trasformate oggi in cantine per la conservazione dell’ottimo vino locale od in strutture ricettive come interessanti guest house, hotel, b&b. Sempre sul letto del fiume è possibile imbarcarsi sulle tradizionali barche dal fondo piatto per evitare di incagliarsi nei banchi di sabbia della Loira ed ammirare il paesaggio in questo altro modo.

Seguendo lo scorrere de fiume nella valle, incontriamo le città sulla Loira: Orléans, Blois, Amboise, Tours, Saumur, Angers fino a raggiungere Nantes ed infine arrivare all’Oceano Atlantico.

Orléans, cittadina storica

Scenario di alcuni tra i più significativi eventi nella storia, oggi Orléans combina tradizione e modernità. Una volta chiamata Cénabum, successivamente Aurélianis e liberata da Giovanna d’Arco nel 1429, Orléans è una delle città più antiche di Francia.

La città rimane indissolubilmente legata al suo fiume, che è da sempre uno luogo importante per il commercio di vini, di sale e pesce secco dell’Atlantico, tessuti di Champagne e Fiande. La sua zona pedonale, i suoi musei, le sue vie dello shopping, le sue piazza lastricate ed il lungofiume sono luoghi pittoreschi e suggestivi da scoprire.

Blois, l’affascinante città reale

BloisNel cuore della Valle della Loira e alle porte di Sologne, la città reale di Blois è ricca di strade animate, piazze pavimentate, ristoranti e taverne. La città sorge sulla destra della Loira, lungo un fianco di una collina. Il suo castello, costruito su questa collina, fu la casa di Luigi XII e Francesco I, e Giovanna D’Arco fu benedetta prima della spedizione per la liberazione di Orléans. I due sovrani aggiunsero i propri tocchi personali con un’ala dal primo e una magnifica scala, che cattura l’occhio quando si entra la corte reale dal secondo.

Il castello si affaccia su cortile particolare, che rievoca l’architettura francese, dal Medioevo fino al periodo classico. Da non perdere sulla Place du Château la Casa della Magia, che attrae ed incanta tutti i visitatori: spettacoli di magia, illusionismo e visite interattive incanteranno anche i più scettici.

Amboise, fascino italiano

Adagiata sulla riva sinistra della Loira, Amboise ha conservato moltissime tracce del suo passato reale. La cittadina in estate è illuminata dalla maestosità del castello e delle sue terrazze che si affacciano sulla Valle della Loira. Nel periodo di Pasqua, durante la famosa fiera del vino, il tunnel del castello è impregnato dagli aromi dei vari vitigni  presenti in zona.

Tra le città sulla Loira, questa è famosa anche perché ha ospitato Leonardo da Vinci, invitato da Francesco I a vivere presso al castello du Clos Lucé. Ancora oggi il suo genio aleggia in questo castello, dove è possibile ammirare 40 delle sue macchine favolose.

Tours, lo stile di vita francese

Cittadina ricca di arte e storia, con le sue strette strade medievali, con le sue piazze lastricate , le tipiche case a graticcio, Tours trabocca di fascino in ogni angolo: dalle attività culturali nei musei e nei teatri, ai monumenti, parchi, giardini. Tours simboleggia il tipico stile di vita francese, amato da buongustai: da non perdere les rillettes e les rillons, e les fouaces, panini cotti nel forno a legna, il formaggio di capra di Sainte – Maure – de – Touraine, un bicchiere di Vouvray o di Chinon in uno dei tanti locali con terrazza di Place Plumereau, piazza molto conviviale e vivace . La cittadina di Tours è  attiva tutto l’anno, ospitando un gran numero di festival musicali e teatrali.

Saumur, le cadre noir

Saumur è conosciuta, oltre che per il magnifico castello divenuto Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 2000, anche per la sede della scuola militare di equitazione, fondata nel 1771: l’accademia ha ideato il cadre noire, un famoso spettacolo equestre nel quale gli ufficiali ed i sottoufficiali hanno la divisa completamente nera (da qui il nome cadre noire).

Saumur è nota anche per il Museo delle armi, per la cattedrale di Notre Dame des Ardilliers, risalente al XIV secolo e meta di pellegrinaggi nei secoli passati e per la chiesa Nantilly, la più antica chiesa in stile romanico di Saumur.

Tra il 500 ed il 600, la città fu sede dell’accademia ugonotta, da sempre rimasta il centro dell’amiraidismo, corrente di pensiero del protestantesimo.

Angers, la dolcezza angioina

castello di AngersSituata nel cuore della Valle della Loira e dichiarata patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco nel 2000, Angers in passato fu la capitale storica  e culla della famiglia degli Angioini, nonchè un’importante colonia romana ed un prospero feudo medievale. Il ricco patrimonio lasciato dagli Angioini, insieme alla gastronomia molto raffinata, ai prestigiosi castelli ed ai vigneti rinomati ne fanno ancora oggi la culla della Valle della Loira.

Il suo castello, una fortezza costruita nel XIII, offre ai visitatori l’arazzo dell’Apocalisse, l’arazzo medievale più grande al mondo. Da non perdere anche una visita alla cattedrale gotica di Saint-Maurice.

Per chi è alla ricerca di divertimento, Angers offre un parco divertimenti nel cuore della città, il Lago di Maine, ma anche un’oasi naturalistica conosciuta a livello internazionale, l’isola di Saint-Aubin, il parco terra Botanica con le sue attrazioni per grandi e piccini ed i suoi 110.000 mq di area ed infine l’oasi naturalistica di Le Basses Vallées Angevines.

Un souvenir molto gradito è sicuramente il cioccolatino blu, il Quemon d’Ardoise, ma anche i liquori della zona, tra i quali spicca il Cointreau ed i piatti tipici come la Crémet d’Anjou, il paté di prugne

Nantes, la città sui due fiumi

Grazie al clima atlantico, alle sue antiche origini, alla giovane popolazione ed al bellissimo castello, Nantes è da sempre una città piena di vita, rinnovandosi continuamente. Ultima città della Valle della Loira, può essere un ottimo punto di partenza per visitare la vicina Bretagna.

Da vedere sicuramente l’antico quartiere storico, il quartiere Bouffay, cuore pulsante della vita cittadina grazie ai suoi locali, negozi, bar e vita notturna. In questo labirinto di vicoli medievali, troviamo la stupenda cattedrale gotica Saint Pierre e Saint Paul  e le tipiche case d’epoca, il palazzo ducale completamente restaurato, il Museo delle Belle Arti, che ospita opere di Picasso, Monet, Chagall e Kandisnsky. Per gli amanti delle avventure e di Jules Verne, da non perdere la sua casa natale.

Nantes offre anche molto altro: giardini botanici, importanti ed eleganti vie dello shopping come le Passage Pommeraye, il vecchio quartiere industriale, l’Ile de Nantes, gite panoramiche in barca sulla Loira e sull’Erdre, l’altro fiume di Nantes. Ed ovviamente un assaggio al famoso biscotto francese, le petit-beurre.

Lasciatevi dunque conquistare dalle città sulla Loira, e concedetevi un tour tra storia, tradizione, gastronomia e cultura.

Alessandra Prevosti

Fotografa, travel blogger e travel consultant per passione, amo il mare,Formentera, Ibiza, la Sicilia e le isole in genere.
Scrivo di viaggi e sono appassionata di fotografia, viaggi e scrittura. Ho deciso di provare ad unire queste tre passioni insieme, creando il mio blog.
Viaggiatrice sin da piccola, mi considero nata per scoprire il mondo.
A sentire amici e parenti, la mia è una dote non molto nascosta: tanto studio, unito alla passione ed esperienza mi hanno portato a creare questo blog, sperando possa essere d'aiuto a molte persone.
Per chi cerca angoli sconosciuti in luoghi anche conosciuti..sono qui!

Latest posts by Alessandra Prevosti (see all)

Share

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>