La Loira prima della Loira: un passato inestimabile

Share

Loira anticaTutti conosciamo la Valle della Loira, questo incantevole pezzo di terra che è conosciuto come Culla della moderna lingua francese e Giardino di Francia. Come non citare il suo incredibile patrimonio architettonico, strutturale, fluviale, artistico e le numerose città storiche ricche di fascino e storia, tra cui Nantes, Orléans e Blois.

La Valle è particolarmente famosa anche per i suoi bellissimi castelli: il castello di Brissac, il castello di Villandry, il castello di Amboise e tanti altri ancora.

Ma cos’era la Loira prima di diventare la Loira che tutti conosciamo?

La Loira prima della Loira

Sin dal Paleolitico il fiume Loira ha attirato tantissimi popoli e già 10mila anni fa antiche popolazioni nomadi diventarono sedentarie ed in seguito iniziarono a praticare l’agricoltura e la transumanza, pratiche che naturalmente modernizzate caratterizzano ancora oggi l’economia di questa regione.

Le comunità crebbero fino a formare il tessuto sociale dei Galli, il cui centro abitativo nel IV secolo a.C. diventò il sito dell’attuale città di Orléans. Sempre in questa città si tenevano gli incontro annuali dei capi druidi. I Galli erano una popolazione che prosperò per secoli fino alla conquista da parte di Giulio Cesare, all’epoca del passaggio sotto l’egida dell’impero romano quasi tutte le odierne città erano già presenti come piccoli conglomerati urbani.

La Loira conserva ancora oggi numerosi siti archeologici di inestimabile valore e che rappresentano le antiche glorie delle popolazioni che l’anno per secoli abitata.

I siti

Molte sono le zone della Loira che presentano ancora oggi siti archeologici di inestimabile valore, anche se il primato va alla Bretagna che è una delle regioni più ricche di testimonianze storiche. Nella sue campagne si possono ancora oggi ammirare e visitare: menhir, dolmen, tombe e antichi sepolcri. In Bretagna leggenda narra anche che la notte di Natale i dolmen si aprono rivelando tutti i loro tesori.

Prima di menzionare alcuni dei siti che non vale la pena perdersi, prendiamoci qualche minuto per delle spiegazioni.

Dolmen: il dolmen è una costruzione simile ad una tomba preistorica a camera singola. Si tratta del più noto monumento megalitico e la sua costruzione risale al periodo che va dal V millennio a.C. al III millennio a.C..

Menhir: il nome deriva proprio dal bretone e vuol dire pietra lunga. Sono degli alti megaliti unici, da non confondere con i dolmen, che vennero eretti durante il Neolitico. Raggiungono anche i 20m d’altezza, come nel caso del Morbihan in Bretagna, e si possono ammirare in gruppo o eretti singolarmente. La forma è generalmente squadrata e si assottiglia verso la cima.

Dolmen di Bagneux: è uno dei dolmen meglio conservati di tutta la Francia ed anche uno dei più larghi (23 metri). Si trova a Bagneux nei pressi della città di Saumur ed è alto 18 metri. La struttura è aperta al pubblico, ma si trova all’interno di un terreno privato.

Menhir Champ Dolent: uno dei menhir più grandi di tutta Europa, più precisamente si trova appena fuori dalla città di Dol-de-Bretagne.

Men-Metz: questo menhir è uno dei più interessanti di tutta la Francia con i suoi 8 metri di altezza. È una struttura impressionante e si trova vicino a Plouescat.

La LoiraMenhir de Kerloas: questo è uno dei menhir più grandi di Francia con la sua incredibile base squadrata con cui si appoggia a terra. Si trova nella piccola cittadina di Lanidut e vale la pena fermarsi a dargli un’occhiata.

Cairn du Gavrinis: un monumento che bisogna assolutamente vedere. In questo sito sono presenti molti sepolcri e tombe di nobili. Questa struttura è composta da 29 menhir decorati con motivi celtici e bretoni. Spicca soprattutto per le sue dimensioni: 8 metri di altezza, 14 di lunghezza e 50 di larghezza.

Menhir Brisé: con i suoi 20 metri d’altezza è il menhir più alto di tutta la Francia, anche se oggi non è più in piedi, ma appoggiato su di un fianco. Si trova nelle vicinanze della cittadina costiera di Locamariaquer.

Table des Marchand: con una incredibile lunghezza di 30 metri, questo enorme dolmen accoglie anche diverse tombe sepolcrali

Dolmen des Pierres Plates: questo dolmen non è particolarmente famoso per le sue dimensioni esterne, ma per una lunga camera sepolcrale della lunghezza di 24 metri completamente decorata con incisioni celtiche.

Per maggiori informazioni sui nostri viaggi nella bellissima Valle della Loira, cliccare QUI.

 

 

Ludovica Vacri

Appassionata di SEO e Medical Writing, collaboro come Editor e Copy J. Sono un appassionata di viaggi e cucine tipiche. Collezioni oggetti vintage e mi piacerebbe trasferirmi ad Amsterdam

Latest posts by Ludovica Vacri (see all)

Share

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>