I dolci della Loira-parte 2

Share

Dolci della LoiraTorniamo con questa breve rassegna dei dolci tipici della Loira e stavolta ci dedichiamo completamente al dolce più tipico di questa regione, la Tarte Tatin appunto. Oramai è conosciuto ovunque, ma è nella zona della Loira che si possono assaggiare i miglior esempi culinari di questa gustosa produzione dolciaria francese.

La Tarte Tatin

Prima di partire per la Valle della Loira bisognerebbe essere all’oscuro delle tradizioni gastronomiche per non perdersi nulla. La storia della nascita della Tarte Tatin è, infatti, molto curiosa: tutto iniziò all’albergo Tatin, gestito da due sorelle non più giovanissime, nella piccola cittadina di Lamotte-Beuvon, a sud della più famosa Orléans.

Durante la Belle Epoque a causa della sua posizione e del comodo collegamento con la capitale, cioè Parigi, questa piccola cittadina divenne la capitale della caccia, attirando molte importanti personalità dell’epoca, come politici e uomini d’affari e l’hotel iniziò ad essere frequentato da persone molto influenti.

La ricetta, però, quasi sicuramente divenne famosa grazie al passaparola dei visitatori. Sembra che una delle due sorelle, Stephanie, scivolò in cucina con in mano una tradizionale torta di mele appena preparata e per salvare le apparenze decise di coprire il danno causato con un po’ di pasta avanzata, per evitare che si notasse.

In più il forno si era rotto e così si decide di capovolgere la torta per poterla cucinare dentro una pentola sul fuoco. Tali rimedi così bel riusciti, soggiogarono la clientela che da allora iniziò a chiedere questa torta regolarmente, tanto da avere un posto fisso tra i dessert.

Infine, un pasticciere parigino si innamorò a tal punto del dolce da arrivare a chiedere alle sorelle come fosse stata preparata. L’uomo ripropose la ricetta nel suo rinomato ristorante e divenne famosa come poche. Il cuoco, onesto e memore delle due donne, la chiamò Tarte Tatin, rendendo famose le due donne e l’albergo stesso che è ancora in piedi.

La versione classica è eseguita con le mele, ma oggi ne esistono numerose versioni con altri tipi di frutta ed anche salate.

Come preparare la Tarte Tatin con la ricetta classica:

Ingredienti

La Tarte TatinPasta brisée:

– 200g farina 00
– 120g burro temp ambiente
– 60ml acqua temp fredda

Ripieno:

– 1/1.5 kg di mele (dipende dallo stampo)
– 200gr di zucchero bianco
– 70 gr di burro temp ambiente

Stampo rotondo:

Prepazione 30min e cottura 30/35 min

Preparazione

– Innanzitutto va preparata la pasta brisée; lavorare in un ampia ciotola burro e farina ottenendo un composto di tipo sbricioloso.
– Aggiungere man mano l’acqua fredda e amalgamare il tutto. Ottenuto l’impasto formare una palla e lasciarla a riposare in frigorifero per 30 min. Nel frattempo sbucciare le mele, eliminare il torsolo e tagliarle in 4 parti uguali.
– Nello stampo versare 150gr di zucchero bianco e 50gr di burro e poi cuocere per 10 min fino ad ottenere un caramello dal colore ambrato.
– Mettere le mele nello stampo, sopra il fornello, con il dorso rivolto verso il basso, l’una vicina all’altra non lasciando alcuno spazio libero.
– Spegnere la fiamma e ricoprire con i restanti 50gr di zucchero e 30gr di burro.
– Dopo riprendere la pasta lasciata  a riposare e stenderla sotto forma sfoglia di ¾ mm con il mattarello.
– Prendere la sfoglia, facendo attenzione a non romperla, e ricoprire con questa le mele lavorate calcando bene i bordi tutt’intorno per ricoprirla bene.
– Infornare a 180° in forno preriscaldato per 30/35 min. Una volta cotta estrarre dal forno e rovesciarla su un piatto da portata.
– Lasciar intiepidire, non raffreddare, poi tagliarla a fette e servire.

Consigli

È bene gustare questo squisito dolce con un bicchiere di Muscadet, il tipico vino rosso della Loira.

Per maggiori informazioni sui nostri viaggi nella Valle della Loira, durante i quali è possibile assaggiare questa prelibatezza, cliccare QUI.

 

 

Ludovica Vacri

Appassionata di SEO e Medical Writing, collaboro come Editor e Copy J. Sono un appassionata di viaggi e cucine tipiche. Collezioni oggetti vintage e mi piacerebbe trasferirmi ad Amsterdam

Latest posts by Ludovica Vacri (see all)

Share

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>