Lungo il corso del fiume Loira

Share

Fiume LoiraQuando si parla della Francia subito scatta in noi la sua bellissima capitale Parigi con tutto quello che riserva di meraviglioso, non tutti però sanno che in questa nazione ci sono dei luoghi e delle riserve naturali incontaminate. Tutto questo è reso possibile grazie alla presenza del fiume Loira, che oltre ad essere il più lungo corso d’acqua francese, con il passare dei secoli è stato in grado di rendere la Valle su cui scorre un qualcosa di veramente unico nel suo genere.

In questi luoghi la tranquillità in certi momenti regna sovrana mentre ci si trova di fronte ai maestosi castelli che imponenti dominano la Valle e si rendono ancora più belli grazie alla Loira che molto spesso scorre nelle vicinanze di essi.

Lungo il Fiume Loira: Montjean sur Loire

La città di Montjean sur Loire situata lungo le rive della Loira è un piccolo paese noto soprattutto per il suo porto marinaio un tempo molto importante per l’economia locale. Moltissimi anni fa era uno dei punti nevralgici del paese poiché il sostentamento maggiore proveniva proprio dalle merci che giungevano al porto. Attualmente è luogo di conoscenza culturale in ambito di vita dei mariani, con tutta una serie di iniziative tematiche sia per i grandi ma anche per i più piccoli in quanto sono stati delineati percorsi tematici e attività ludiche.

Lungo il fiume Loira: il parco Capo Loira

Volete scoprire la Loira attraverso un percorso alternativo? Il luogo ideale è il percorso del parco Capo Loira. Visitando questo parco vi troverete immersi nella storia della marina della Loira percorrendo un universo in diverse direzioni ovvero educativo, ludico ma soprattutto adatto per qualsiasi età.

Per chi invece volesse trascorrere alcune ore in tranquillità ha la possibilità di andare alla scoperta di Montjean sur Loire attraverso la Via Interiore, attraverso il quale si riscopre la storia e la cultura del piccolo paese e del fiume attraverso pannelli illustrativi disposti lungo il percorso.

Lungo il fiume Loira: la chiatta Capo Verde

Lungo il fiume Loira-Montjean sur LoireSe ci si trova presso Montjean sur Loire molto interessante è la mostra permanente dedicata dell’evoluzione delle barche. Bellissima poi l’esperienza che si può fare salendo a bordo della chiatta Capo Verde dove è possibile vedere e toccare con mano come fosse la vita reale dei marinai di un tempo, all’interno dell’imbarcazione si osserva inoltre la strumentazione di bordo e i luoghi in cui soggiornavano nei lunghi periodi di navigazione.

Un museo molto realistico dal punto di vista culturale e che offre la possibilità poi di andare alla scoperta della vita del marinaio.

Questa chiatta venne costruita nel 1928 nei cantieri della città di Nantes e venne battezzata con il motto “Città di Ingrandes”, nel 1939 l’imbarcazione venne acquistata la Lucien Branchereau il quale la ribattezzò con il nome Capo Verde utilizzato ancora oggi. Dal 1963, la chiatta non venne più impiegata come mezzo per tirare su la sabbia dal fiume poiché si iniziò ad impiegare barche più grandi e moderne in linea con i tempi.

Solo nel 2001 la città di Montjean-sur-Loire acquistò la Capo Verde con il preciso intento di renderla un museo galleggiante. Purtroppo, per ragioni normative, l’imbarcazione non può trasportare persone navigando lungo la Loira e risulta in questo modo attraccata presso i giardini di Capo Loira.

Lungo il fiume Loira: i parchi tematici di Capo Loira

Un altro punto interessante di questo paese sono i parchi tematici che rispecchiano quattro differenti giardini realizzati con vegetazione molto particolare proveniente non solo dalla Francia.

Lungo il fiume Loira-EuforbiaIl giardino che forse può sembrare il più strano è quello nella quale si trovano piante provenienti da tutto il mondo, ed ecco che tranquillamente si può trovare l’euforbia, le banane e il comune finocchio; esse sono state in grado di ambientarsi adattandosi al clima particolare della Valle. Ad alimentare tutta questa rigogliosa vegetazione ci pensa una turbina eolica che spinge l’acqua dal fiume sino al giardino. Questo primo giardino risulta essere un luogo molto rilassante meglio ancora se si ci siede all’ombra della piscina.

Un altro giardino tematico è quello che si visita andando ad esplorare le isole di sabbia lungo il percorso della Loira; in questi scenari si trova una vegetazione assolutamente incontaminata come ad esempio salici piangenti che con le loro fronde toccano l’acqua oppure andare alla scoperta visiva dell’ambiente circostante grazie ai punti di osservazione che sono stati installati.

Per terminare la visita ai giardini tematici molto bello è il giardino in cui vi si trovano crateri e cumuli di terra. Grazie a questo spazio ci si trova a scoprire degli ecosistemi inaspettati con una vegetazione che a volte va in contrasto con l’ambiente circostante. Questo parco evoca inoltre le attività minerarie che un tempo venivano svolte nel paese facendo in modo che si possa osservare inoltre tutta la vegetazione carbonifera tipica del luogo.

Presso questi giardini tematici durante i mesi apertura, dal 26 marzo al 2 novembre, sono disponibili tutta una serie di attività e giochi per bambini e ragazzi i quali si potranno divertire ma allo stesso tempo imparare molte cose di un tempo.

Francesca Cavazza

Mi chiamo Francesca, sono una ragazza di 26 anni
che fin da piccola ama viaggiare e scoprire nuove mete. Sono una persona
semplice ma determinata con un solo scopo nella vita: avere la
possibilità di andare alla scoperta sempre di nuove esperienze fatte
ovunque

Latest posts by Francesca Cavazza (see all)

Share

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>