Castello Valençay

Share

Impossibile non rimanere senza fiato davanti all’imponenza del Castello di Valençay, situato nell’omonima città di Valençay, ai suoi giardini perfettamente curati, alla sua fontana, e ai colori che ci circondano.

Lo scrittore George Sand, addirittura, scrisse che “questo luogo è uno dei più belli della Terra e nessun re possiede un parco più pittoresco“.

Vuoi passare la notte al Castello o nei dintorni? Trova l’hotel che fa per te e prenota subito la tua notte fuoriporta!

Un po’ di storia…

Sembra che il nome Valençay nasca in epoca gallo-romana da una località chiamata Valens, dove pian piano vengono costruiti edifici ed un imponente torrione.

La costruzione di una vera e propria fortezza feudale viene attribuita al signore di Valençay Gauthier, che intorno al XII secolo, diventa di proprietà della famiglia Chalon Tonnerre, subendo notevoli miglioramenti e modifiche dal punto di vista difensivo.

Nel XV secolo la tenuta passa alla famiglia d’Etampes, che costruisce un piccolo castello, che diventa una vera e propria opera d’arte nel 1520, con il maestoso torrione ed il bellissimo padiglione di ingresso, in stile tipico rinascimentale.

La nuova famiglia che acquista la tenuta nel 1770, decide di eliminare un’ala e abbellire invece la grande ala ovest, costruendo anche l’elegante Torre sud, e ristabilendo una più equilibrata simmetria che rende il tutto più armonico, questa volta però in stile più classico.

Durante l’epoca Napoleonica, intorno al 1800, il Castello di Valençay viene acquistato da Charles Maurice de Talleyrand e proprio in questo periodo conosce il periodo di massimo splendore; numerosi artisti, ambasciatori, musicisti e pittori vengono ricevuti al Castello.

Al termine del “regno” di Talleyrand, la proprietà si estendeva su 23 comuni del dipartimento dell’Indre occupando una superficie stimata per difetto in 220 km².

Il castello…

Il Castello di Valençay, indicato come Monumento Storico e perfettamente conservato, è dotato di un meraviglioso torrione rinascimentale, un vasto portico con arcate all’italiana, un’ala in elegante stile classico, e torri ad angolo con tetti a cupola.

Al suo interno è possibile ammirare stanze arredate in stile elegante e sontuoso: il grande salone, la camera del principe Talleyrand , la sala musica, lo studio blu, la camera della Duchessa di Dino…. tutte perfettamente curare a conferma dello sfarzoso stile di vita dell’epoca.

Tutto attorno al Castello, un meraviglioso e rilassante giardino non può che invogliare ad una passeggiata: le aiuole curate del giardino alla francese, il giardino della Duchessa e la sua terrazza che domina incontrastata la vallata di Nahon, la scacchiera fiorita ed i suoi colorati fiori di campo, il labirinto di Napoleone… Non ne rimarrete delusi!

Share