Castello Saumur

Share

Nel punto in cui il fiume Thouet incontra la Loira sorge il bellissimo Castello di Saumur, sull’antica strada della Valle dei Re.

Costruito a partire dalla fine dell’XI secolo, il Castello di Saumur passa da fortezza, residenza di piacere, residenza dei governatori della città, prigione, quindi deposito di armi e di munizioni.

Il castello che domina la città e la maestosa Loira è stato acquistato allo Stato nel 1906 dalla città di Saumur che, dopo averlo restaurato parzialmente, vi ha installato il museo comunale.

Al suo interno è possibile trovare collezioni di opere d’arte, con un orientamento sulle arti decorative dal XIV al XVIII secolo, oggetti in ceramica, ma soprattutto un’importante raccolta di oggetti equestri.

Dal 2000, appartiene al Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, nel complesso dei Castelli della Loira.

Vuoi passare la notte al Castello o nei dintorni? Trova l’hotel che fa per te e prenota subito la tua notte fuoriporta!

Un pò di storia…

Nel 956 il conte di Blois Tibaldo decide di edificare un monastero e, solo un decennio dopo, sotto i signori di Saumur, viene aggiunto al complesso una residenza fortificata circondata (insieme al monastero) da una cinta difensiva dotata di due porte di accesso.

Conquistata e distrutta dalla famiglia d’Angiò, nel 1026 la fortezza viene poi ricostruita: un muro di cinta racchiude una possente torre in pietra a pianta quadrata.

Sotto il regno di Luigi IX, viene costruito attorno alla torre quadrata uno stretto muro di cinta quadrangolare con quattro grandi torri rotonde agli angoli, ma la dinastia d’Angiò stravolge l’aspetto del Castello, rendendolo vera e propria residenza: le torri rotonde vengono sostituite con torri poligonali, il torrione centrale viene abbattuto, e gli interni vengono riccamente decorati con dipinti ed affreschi per mano di importanti artisti, come il pittore fiammingo Jan Van Eyck.

Negli anni successivi la residenza rimane disabitata fino al 1596, quando il Governatore vi si insedia, e vengono intrapresi nuovi lavori di modifica e sistemazione degli appartamenti, con l’aggiunta di una galleria ornata di preziosi arazzi.

L’epoca d’oro del Castello di Saumur termina intorno ai primi anni del 1600, quando la tenuta viene trasformata prima in caserma e successivamente in prigione, andando progressivamente in rovina.

Benché occupato dai militari, il castello diventa un monumento protetto nel 1862. Nel 1906, la città di Saumur acquista l’edificio al Ministero della Guerra e lo restaura per installarvi il Museo delle Arti Decorative ed il Museo del Cavallo.

Il castello…

Costruito su un’altura che domina incontrastata il corso della Loira e visibile nel raggio di chilometri, il Castello di Saumur rappresenta l’immagine di un castello delle favole, con alle spalle una lunga e tortuosa storia.

Di gusto Medievale e Rinascimentale, la costruzione si caratterizza architettonicamente per le alte ed imponenti torri a costoloni, che ricordano le imponenti fortificazioni medievali.

Al suo interno troviamo sia il Museo municipale che il Museo del Cavallo.

Il Museo municipale, nato nel 1912 offre una ricca collezione di scienze naturali, dipinti, pezzi archeologici e sculture; le ceramiche contenute nel Museo, ritenute le più belle di Francia, costituiscono un importante punto di riferimento per tutti gli appassionati.

Al secondo piano del Castello, invece, troviamo il Museo del Cavallo, installato nel 1912.

Creato da un gruppo di appassionati, ufficiali di cavalleria, veterinari, allevatori, il Museo ha lo scopo di conservare tutto ciò che riguarda i cavalli e l’equitazione.

Share