Il Castello di Cheverny | Castelli della Loira
Prossimo Tour ai castelli della Loira: partenza 14 aprile 2017!
close

Castello Cheverny

Share

Un ponte tra antico e presente…

Così possiamo definire il Castello di Cheverny, residenza in tipico stile classico situato nella città di Cheverny, nel dipartimento di Loire-et-cher, Valle della Loira.

Una cosa che non tutti sanno…

Il Castello di Cheverny è stata la fonte di ispirazione per Hergé, il padre del famosissimo fumetto “Tin Tin“, che, eliminandone le due ali esterne del vero Castello,ha disegnato il Castello di Moulinsart.

Vuoi passare la notte al Castello o nei dintorni? Trova l’hotel che fa per te e prenota subito la tua notte fuoriporta!

Un pò di storia…

Il Castello è uno dei pochissimi che ha mantenuto per numerosi secoli gli stessi proprietari; per circa sei secoli, infatti, è appartenuto alla famiglia Hurault.

Durante questo lungo arco di tempo, però, sfuggì per due volte dalle mani dalla famiglia.

La prima volta, Diane de Poitiers acquista la tenuta dopo essere stata cacciata dal Castello di Chenonceau dalla moglie di Federico I Caterina de’ Medici; la seconda, i figli del costruttore, alla morte di quest’ultimo, decidono di rinunciare all’eredità lasciatagli dal padre.

Cheverny, in seguito, passa attraverso altri proprietari, fino al 1825, quando Anne-Victor Hurault acquista il castello appartenuto ai suoi antenati.

La residenza è stata una delle prime ad essere aperte al pubblico nel 1914.

Il castello…

Considerato il più prezioso tra i Castelli della Loira, Cheverny al suo interno ospita pezzi di antiquariato di inestimabile pregio, tra cui tra cui arazzi, comò, poltrone, quadri e collezioni di armi e armature.

La splendida decorazione in terna è opera di Jean Mornier de Blois, che, a suo tempo, viene inviato in Italia per perfezionare il suo talento.

Le stanze del Castello sono ricche di dipinti e decorazioni (tra cui episodi del romanzo di Cervantes “Don Chisciotte“), ritratti in omaggio dei primi conti di Cheverny e preziosi arazzi provenienti dalle fiandre.

All’esterno, il Castello di Cheverny è incorniciato da un armonioso sfondo verde, curato con estrema perizia.

Creato nel 2006, il “Giardino degli apprendisti” si estende tra il Castello e l’aranceria (che nel corso della Seconda Guerra Mondiale ha protetto numerose opere appartenenti al patrimonio dello Stato, tra cui la “Gioconda“).

Nella sua struttura e nelle forme geometriche che lo compongono, così come nella prospettiva che si apre sul parco, lo si può definire un mélange di gusti che spaziano dal classico, al contemporaneo, al gusto prettamente inglese.

Inoltre… Nel giardino del Castello di Cheverny sono presenti oltre 10,000 bulbi differenti!

Da Marzo a Settembre tutti i giorni alle 17:00, è possibile assistere ad un originare spettacolo presso il canile del Castello… 100 splendidi cani da caccia appartenenti al visconte di Sigalas(attuale proprietario di Cheverny) aspettano impazienti lo schiocco della frusta del padrone per potersi avventare (e spazzolare in pochi secondi) su ben 90kg di cibo!

 

Share
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.