Il Castello di Blois | Castelli della Loira
Prossimo Tour ai castelli della Loira: partenza 14 aprile 2017!
close

Castello Blois

Share

Residenza di ben 7 Re e 10 Regine di Francia, il Castello Reale di Blois è uno tra i più importanti Castelli della Loira.

Sorge lungo il fianco di una collina sulla riva destra della Loira, nel dipartimento Loir-et-Cher.

Il Castello apre le porte della Valle della Loira, esibendo un vero e proprio panorama della storia e dell’arte dei Castelli della Loira.

Una notizia che forse non tutti sanno…proprio qui a Blois, Giovanna d’Arco viene benedetta dall’arcivescovo di Reims, prima di partire per la spedizione verso Orléans, che verrà poi liberata dall’assedio delle truppe inglesi nel 1429.

Vuoi passare la notte al Castello o nei dintorni? Trova l’hotel che fa per te e prenota subito la tua notte fuoriporta!

Un po’ di storia…

La fortezza medievale, appartenente alla famiglia dei Conti di Blois, diventa residenza principale del Re Luigi XII nel 1500, quando cominciano i primi lavori di restauro; con l’avvento al trono di Federico I, viene costruita una nuova ala del Castello, con il tentativo di trasferire la corte nella tenuta, che prima di allora si trovava ad Amboise.

Con la morte della moglie, Federico I decide di abbandonare la residenza e successivamente il Re Enrico III ne fa la sua dimora, convocando addirittura gli Stati Generali nel 1576 e nel 1588.

Nel 1626 il Castello di Blois viene donato da Luigi XIII al fratello; proprio in questo periodo iniziano nuovi lavori di restauro per opera dell’architetto francese François Mansart.

I lavori vengono però interrotti nel 1638 a causa di problemi finanziari e, alla morte del proprietario, il Castello viene abbandonato.

Durante la Rivoluzione il Castello di Blois viene pesantemente saccheggiato e danneggiato, tanto che l’idea di demolirlo diventa sempre più realtà; fortunatamente l’iniziativa viene accantonata e la rovina diventa una caserma.

Sotto il regno di Luigi Filippo II, nel 1841, il Castello viene riconosciuto come monumento storico, restaurato e trasformato in museo.

I lavori di restauro sono ancora attivi e, attualmente il Castello è proprietà dell’amministrazione comunale.

Il castello…

Il Castello che oggi possiamo ammirare è il risultato di più interventi e ristrutturazioni, avvenuti nel corso della storia, che lo rendono attraente ed eclettico.

La cosa che più colpisce è senza dubbio la fusione tra lo stile gotico e quello Rinascimentale francese.

L’edificio è composto da diverse zone: la parte più antica risalente al medioevo (la Salle del États Generaux), l’ala fatta costruire da Luigi XII in tipico stile gotico, ed infine la parte più rinascimentale voluta da Re Francesco I, che presenta forti richiami al gusto italiano dell’epoca.

In questa ala del castello troviamo la celebre scala monumentale, che ospita gli appartementi reali di Federico I, Enrico III e Caterina de’ Medici.

L’ala ovest, infine, costruita da François Mansart per il fratello di Luigi XIII Gaston d’Orléans, è di gusto decisamente più classico.

Va ricordato, inoltre, che nell’ala Luigi XIII è presente un vero e proprio Museo delle Belle Arti, dove è possibile trovare collezioni private degli appartamenti reali e numerose esposizioni temporanee.

Share
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.